30.01.19

#winterhero 2.0 - Filippo Bulla

L’acqua del fiume in continuo abbassamento di temperatura richiede un approccio studiato e ben ponderato. Decido di pescare in uno spot simile a quello dell’ultima giornata in cui ho calato le canne: fondale non troppo profondo ricco di alimento naturale e ostacoli. Dopo una pasturazione preventiva di qualche giorno, arrivo sul fiume alle 20 e la nebbia fa si che non riesca a prendere la barca per spostarmi sulla sponda prescelta. In pochi minuti decido di pescare proprio dal pontile a cui tengo la barca ormeggiata in quanto io tenga questo spot “alimentato” saltuariamente con qualche manciata di boilies. Area difficoltosa caratterizzata da un fondale prettamente costituito da grossi massi. Sostituisco i leader e terminali montati affidandomi a tre terminali idonei a pescare con palle di method e innesco popup. Decido di non pasturare e adagiare sul fondo di sassi queste palle di method con una piccola boilie pop-up di 12 mm, avendo la certezza che quello spot non sia frequentato da piccoli pesci che possano disturbare l’azione di pesca. Alle 21 sono in pesca e visto il freddo decido di andare a dormire. Alle 3 del mattino parte la canna in poco più di due metri di profondità e sento subito che il pesce ha una mole notevole, non esagerato ma di medie dimensioni. Arriva a guadino una splendida regina portata a riva anche con un pò di fortuna in quanto la lenza che passava dietro a un sasso si è liberata dopo qualche minuto. Messo in sacca il pesce, comprendo l’estrema necessita di montare una decina di metri di shock leader in nylon di generose dimensioni e libbraggio: i 5 o 6 metri dopo il leader sono totalmente abrasi a causa dei sassi e se non avessi avuto questi dieci metri di Shock dello 0.60 avrei sicuramente perso il pesce.
La palla di method è agglomerata a un piombo di 284 grammi (vista la corrente i classici piombi idonei alla pesca con sfere di pastura non raggiungono grammature sufficientemente pesanti), Krank X n 6 e innesco pop-up montato con Dark Matter 30 lb.
Acqua a 5 gradi e pescata quasi improvvisata: sembra proprio che in questo gelido gennaio il fiume mi voglia proprio far sorridere.

Archivio NotizieARCHIVIO NOTIZIE

ARCHIVE