20.11.17

Pensa, sogna, credi e osa - Matteo Marangoni

Ho cercato una frase per dare un titolo a questo mio catch report e l’ho trovata tra le citazioni di Walt Disney: ”pensa, credi, sogna e osa.” Mai nessuna frase fu più azzeccata per descrivere una notte di pesca, perché qualche settimana andò proprio così.
Sono già diversi anni che pesco in un canale di piccole dimensioni non lontano da casa e col tempo sono riuscito a capire le abitudini delle sue carpe e le zone più o meno produttive in termini di pesci di buona taglia. Non è un canale con carpe da record, ma ha una media abbastanza alta e con una presenza massiccia di pesci e crostacei di disturbo, quindi obbliga ad avere alcuni accorgimenti per far si di ottenere buoni risultati. La pasturazione preventiva gioca un ruolo importante per attirare e trattenere nello spot le carpe e l’esperienza mi ha insegnato che in luoghi come questi esagerare nella pasturazione ed insistere sempre nello stesso spot è controproducente. Spargere poche esche, ma andandoci spesso, è la soluzione migliore per trattenere i pesci senza insospettirli troppo, non a caso ho sempre preso le carpe più grosse nelle prime pescate dopo aver preparato lo spot. Di solito pesco al massimo 3 o 4 volte nello spot scelto perché alla lunga le carpe si insospettiscono, la taglia dei pesci cala insieme al numero delle possibili catture, questo perché il canale è stretto e ad abitarlo sono quasi sempre le stesse carpe che stazionano in certi tratti e non a caso negli anni, mi è capitato di riprendere gli stessi pesci più volte.
Avevo preparato una postazione che non frequentavo da un po' di tempo ma che mi aveva regalato delle belle catture, pasturando con boilies Spicy Crab di Mainline in diametri diversi per un paio di settimane e la prima pescata fu decisamente ottima, catturando subito una bella carpa a specchi e a seguire altre 4 carpe di taglia più piccola. A distanza di una settimana avevo la possibilità, tra impegni di lavoro e famiglia, di fare la solita pescata dal venerdì sera al sabato mattina e decido di affrontarla in modo diverso, con la consapevolezza che avrei potuto avere risultati peggiori della pescata precedente decido di ingrandire gli inneschi per provare a fare selezione, esagerando anche un po'. Non sono solito utilizzare inneschi molto grossi, ma vedendo che anche le carpe più piccole hanno comunque bocche importanti, decido di innescare su tutte e tre le canne degli snowman. Su una canna misi una Spicy Crab del 20 con una pop up del 15 mentre sulle altre due una boilie self New Grange del 30 e una pop up Spicy Crab del 22, con questi ultimi non avevo ancora osato! Ho accompagnato tutti i miei inneschi a dei Blowback rig con ami Kurv Shank XX del 2, legati con il Supernatural da 25lb e poi collegato al Boom dello stesso libraggio, in modo rendere il rig antigroviglio nei lanci ma con la parte finale molto mobile per far lavorare il rig al meglio. Una volta lanciati i miei inneschi mi rimane giusto il tempo per cenare, preparare qualche rig e stick di PVA pronti all’uso e il sacco a pelo inizia ad attirarmi pesantemente a sé, con la stanchezza della giornata che prende il sopravvento. Il sonnellino però dura poco e verso le 23 una partenza violenta mi scaraventa giù dal lettino, in un attimo sono sulla canna e comincio il combattimento con quella che sembra una carpa interessante, ma che soprattutto ha abboccato nell’innesco 30/22! Nel buio la vedo e mi sembra lunga, in un attimo la in guadino e mi fermo giusto il tempo per ricominciare a respirare, sollevo la rete per guardarla meglio e capirne le dimensioni, per poi capire che avevo fatto centro!
Avevo catturato una gran bella carpa, l’unica di quella notte, non la più grande di quel canale ma probabilmente una delle più grandi. Penso di esserci riuscito perchè avevo pensato a come prenderla e ci credevo, sognavo di riuscirci e probabilmente ce l’ho fatta perché ho osato nel fare una cosa per me inusuale. Bisogna sempre credere in quello che si fa, perché nella pesca non si perde mai, o vinciamo o impariamo...

Matteo ha pasturato con boilies Spicy Crab in diametri diversi per un paio di settimane.

Eccola! Una bella regina autunnale!

Archivio NotizieARCHIVIO NOTIZIE

ARCHIVE