06.10.15

L'evoluzione del Rig Pop-Up

Se volessimo usare un rig che abbia una presentazione che possa incuriosire le carpe si parla in gran parte di rig pop up, proprio perché utilizzando esche galleggianti, magari anche di colori fluo, abbiamo la possibilità di far spiccare l'esca su tutte le altre in modo da essere avvistata per prima, o per fare in modo di posare il rig in maniera delicata su fondali dove potrebbe sprofondare.

A differenza dei rig affondanti, dove la semplicità nella costruzione spesso la fà da padrone, nei rig pop up è meglio spendere un po' più di tempo nella costruzione del rig, infatti una volta sarebbe bastato innescare una esca pop up e attaccare un piombino spaccato sul trecciato per bilanciare e deciderne l'altezza dell'innesco dal fondo, ma solo in futuro si vide con l'aiuto delle riprese subacquee che erano allamate fortuite e che erano molte di più le carpe che aspiravano gli inneschi senza allamarsi.

I problemi maggiori del malfunzionamento dei rig pop up derivavano dal fatto che spesso avevano una mobilità limitata e la parte di trecciato(o nylon) che stà tra l'amo e il contrappeso era spesso d'impiccio durante le fasi di aspirazioni della carpa, che toccandolo con il labbro inferiore rendeva inefficace il rig perché lo spingeva via.

C'è senza dubbio stata un evoluzione dei rig pop up dopo tutti questi accorgimenti e sicuramente il rig che racchiude tutte queste migliorie si chiama Stiff Hinged Rig, perché è dotato di un ottima mobilità, perfettamente antigroviglio nei lanci e utilizzando nylon come il Mouth Trap per la costruzione della parte finale che collega l'amo alla girella, possiamo creare una curvatura che lascia lo spazio necessario a far si che il labbro inferiore del pesce non crei disturbo al funzionamento del rig.

I miei componenti scelti. Krank e Chod ganci sono i miei preferiti

Prendo questi ovunque. Goo è un grande attrattore

PREPARAZIONE DEL RIG

Lo Stiff Hinged Rig è un rig costruito con materiali rigidi ma con una mobilità che non ha eguali e che lo rendono tremendamente efficace in tantissime situazioni, ed è proprio il connubio tra questi due fattori a fare la differenza.

Nella costruzione di questo rig abbiamo un trave che collega la girella del rig allo sgancio rapido(link loop) o semplice loop che si collega vicino al piombo, questa parte di finale viene costruita prevalentemente con fluorocarbon come l'IQ2 o con trecciati inguainati rigidi come Hybrid Stiff o N'Trap Semi-Stiff, questo per far si di dare rigidità al rig in modo da essere perfettamente antigroviglio e avendo anche una ferrata immediata sul piombo.

Una volta che abbiamo deciso quale materiale usare e di che lunghezza fare il nostro trave, lo colleghiamo alla girella(le nuove Chod Swivel sono perfette) dove poi andremo a costruire la parte finale del rig.

In questa parte finale si concentrano tutte le attenzioni per far si che abbia una buona funzionalità e andremo praticamente a costruire un Chod Rig (ho detto praticamente perché come Chod rig viene inteso un rig che scorra lungo un leader mentre questo viene montato come parte finale di un rig e sono due cose distinte), quindi utilizzeremo ami Choddy o Krank Choddy, perché avendo l'occhiello rivolto all'esterno sono perfetti con l'utilizzo di materiali rigidi come il nylon, anellini o microgirelle per collegare le Pop Up al rig e per collegare il tutto utilizziamo il monofilo Mouth Trap, un nylon appositamente studiato per creare questo tipo di rig perché per via della sua memoria si riesce a tenere il filo ricurvo (con un semplice lavoro di dita e senza utilizzare per forza il vapore) aiutandolo notevolmente a lavorare correttamente in fase di ferrata.

La parte più difficile di questo rig è senza dubbio quest'ultima perché purtroppo non è semplice legare gli ami, soprattutto con Mouth Trap di diametro maggiore, ma la cosa più complicata per molti resta quella di fare il Chod Rig più corto possibile per non pescare con la pop up troppo staccata dal fondo, l'unico modo per riuscirci è quello di effettuare un Whipping Knot (o meglio conosciuto come nodo a impalmatura interna) per due motivi; ci dà la possibilità di effetuare il nodo dopo aver già legato la Chod Swivel in modo da poter scegliere la lunghezza del Chod Rig ed è l'unico nodo nel quale si effettuano solo due passaggi del nylon all'interno dell'occhiello dell'amo, tre passaggi come nel caso di un Knotless Knot(nodo senza nodo) sarebbero di troppo e potrebbero renderne complicata la costruzione.

Esiste però una soluzione per chi non ama complicarsi la vita, Korda ha messo a disposizione confezioni di Chod Rig già fatti di varie lunghezze e misure degli ami,pratici e pronti all'uso per risparmiare tempo, oppure si possono sostituire i nodi di giunzione alla girella con le Krimp, utilizzando la sua pinza Krimping Tool per serrarle sul Mouth Trap o altri filati come l'Hybrid Stiff, ma ne viene sconsigliato l'utilizzo sui fluorocarbon,perchè per via delle sue propietà potrebbe avere problemi di tenuta.

Preparato il rig, in base alle nostre esigenze o gusti personali,non ci resta che collegare una pop up all'anellino,possiamo infilzare la pop up con l'ago se stiamo facendo una pescata veloce, ma è sempre meglio legarla se lasciamo a lungo il nostro rig in acqua, in modo da rallentare l'assorbimento d'acqua nell'esca,evitando di conseguenza un alterazione del bilanciamento, ed andremo ad utilizzare il Bait Floss per legare l'esca al rig.

Inserita la pop up non ci resta che bilanciare il rig in acqua facendo si che si posi delicatamente sul fondo per garantirne un corretto funzionamento sulla ferrata, utilizzando la pasta in tungsteno Dark Matter non dobbiamo far altro che applicarne quanto basta sulla Chod Swivel,girella questa che è stata appositamente progettata per questo scopo perché ha una scanalatura che fa si che la pasta aderisca senza il rischio che si tolga accidentalmente,rendendo vana l'efficacia del rig.

CONSIDERAZIONI E ACCORGIMENTI

Lo Stiff Hinged Rig è un terminale che può essere tranquillamente usato in moltissime situazioni perché si adatta a diversi tipi di fondale, basta collegarlo ad una montatura a elicottero per poter pescare su fondali molli o erbai e lavora bene su qualsiasi altra montatura come in-line o safety bolt, ma dà il meglio di sé con il nuovo sistema COG (center of gravity) perché è il connubio perfetto tra sicurezza per il pesce e ferrata immediata,il piombo toglie il disturbo in caso di incaglio, o in maniera rapida in base a quanto infiliamo il conetto nella clip,e visto che il rig è collegato direttamente sulla parte più pesante del piombo la ferrata è rapidissima.

Utilizzando il Mouth Trap è importante mantenere il giusto rapporto tra la dimensione del nylon e la grandezza degli ami,per costruire il rig nel modo giusto donandogli un corretto funzionamento, e i rapporti giusti sono: Mouth Trap da 15lb con ami delle misure 6-8 e 10, Mouth Trap da 20lb con ami da 6 e 4, Mouth Trap da 25lb con ami da 4 e

2. Personalmente le misure di ami che uso maggiormente per coprire quasi tutte le situazioni sono i 6 e i 4,i primi per pop up del 15 e i secondi per quelle da 18/20, ma non è una regola scritta, è importante però non utilizzare un esca molto più grande dell'amo, per non rischiare che il rig lavori in modo errato.

Essendo un rig pop up l'esca rimane sopraelevata rispetto al fondale,spiccando sulla pastura e creando un notevole interesse alla curiosità delle carpe che nella maggioranza dei casi non esitano a prendere in bocca l'esca, se poi utilizziamo pop up dai colori fluo o impregnate di liquidi attrattivi come i Goo l'esito è tutt'altro che scontato.

Per creare una presentazione ottimale possiamo accompagnare al rig uno stick di pva ad ogni lancio,in modo da avere un piccolo quantitativo di pastura che ne aumenta decisamente l'attrazione, non dobbiamo far altro che infilarlo nel rig con l'aiuto di un ago facendolo poi scorrere fino alla Chod Swivel e puntanto l'amo nel pva andremo a bloccare il tutto.

Accompagnando al rig uno stick di pva possiamo anche innescare esche di plastica pop up, come i Dumbell o una serie di chicchi Maize,soprattutto in quelle situazioni dove peschiamo in presenza di disturbatori come gamberoni o tartarughe,essendo lo Stiff Hinged Rig un terminale che non è soggetto a essere messo fuori gioco dal disturbo di alcune specie,potrebbe essere la mossa giusta per avere buoni risultati.

Utilizzo spesso questo rig perché è la presentazione pop up che mi dà più fiducia,la sua mobilità fa si che da qualsiasi parte arrivi la carpa ad aspirare il rig questo ruota e và a far presa sul labbro inferiore,cosa che prima alcuni rig non facevano, rendendo spesso le catture casi fortuiti.

Tengo sempre un bel po' di Chod Rig di varie misure e pronti all'uso all'interno del nuovo Chod Safe, in modo da dover solo preparare sul momento il trave che collega il rig al piombo, in base alle caratteristiche dello spot che mi si presenta e per non prepararne molti preventivamente per poi non utilizzarli.

Lo Stiff Hinged è sicuramente un rig che può trovare il suo giusto utilizzo in moltissime situazioni,rendendolo così l'asso nella manica che può regalarci pescate strepitose!

Archivio NotizieARCHIVIO NOTIZIE

ARCHIVE