17.11.16

Benvenuto autunno - Jordan & Gianfranco Giacchini

In una solita passeggiata mattutina che faccio nel grande lago vulcanico vicino casa, la mia attenzione fu attirata da una particolare attività dei pesci, con diversi salti e rollate nel pressi di uno scolo tra le roccie, in cui l’acqua piovana dei giorni precedenti entrava nel lago portando con se terra e detriti, ma sicuramente anche alimento naturale…
Nei giorni a seguire decido di organizzare, insieme a mio padre Gianfranco, una veloce sessione di una giornata, con pochissima attrezzatura e due canne a testa; pasturiamo preventivamente con delle palle di fioccato, Response Pellets Essential Cell e circa 500gr di bolilies Mainline Banoffee da 16mm.
Decidiamo di posizionarci con due canne a destra e due canne a sinistra dell’entrata di acqua a circa 70 metri l’uno dall’altro, su una profondità prossima ai 10 mt.
Il fondale dove lanceremo è sabbioso ma degrada velocemente da pochi metri a dieci metri con una incredibile discesa di massi. Per questo scegliamo di utilizziare dei Leader con Hybrid Lead Clip porta piombo, ed una lenza madre robusta come il Subline da 20lb, tenendo le lenze non troppo tese e con l’aiuto delle nuove “Black and White” saremo in grado di vedere precisamente ed in tempo anche le abboccate in calata dei molti amur che popolano queste acque.
Per il terminale optiamo per una presentazione semplice e robusta, Dark Matter da 20lb, amo Wide Gape X del 4 al quale aggiungiamo un Kickers Weed Medium per dare la giusta piega all’amo ed avere una maggiore presa ed autoferrata anche con pesci che non aspirano l’esca. Come detto su una pasturazione preventiva veloce di boilies da 16mm Banoffee scegliamo un innesco di una boilies bilanciata Wafters da 18 mm del medesimo aroma. Le prime ore del giorno pagano immediatamente infatti riesco a catturare un amur di buona taglia, con una livrea scura e dorata, sicuramente sinonimo di pesci che vivono in profondità. Qualche bella foto di rito in acqua e lo rilasciamo. Forse per la confusione e il disturbo del combattimento e del rilascio, nelle ore successive non abbiamo attività sulle canne. Fino a quando nel tardo pomeriggio nello spot di destra Gianfranco ha una violenta partenza e dopo un duro combattimento porta a guadino una meravigliosa regina anche essa con una livrea scura e selvatica, che conclude in bellezza questa piacevole giornata di pesca autunnale.

Gianfranco con una meravigliosa regina con una livrea scura e selvatica...

...e Jordan con un amur di buona taglia!

Archivio NotizieARCHIVIO NOTIZIE

ARCHIVE