08.01.18

La prima dell'anno - Nicolò Aguggiaro

Il 2017 è stato per me un anno da incorniciare grazie a molte soddisfazioni arrivate una dopo l’altra! Nell’ultimo anno ho pescato molto nel Brenta, vuoi per la comodità, ma anche perché da lì è iniziato tutto il mio cammino da pescatore. Insomma, questo posto lo porto nel cuore. Con l’arrivo del freddo però non sono stato più in grado di catturare, l’ultima cattura risale a novembre. A dicembre non ho mollato ma è sempre andata male…Continuavo a non cambiare strategia, la solita che mi ha sempre dato ragione durante tutto l’anno, ma che sembrava non funzionare più. È da poco iniziato il nuovo anno, e la voglia di pescare è sempre la stessa. Adoro le sfide e amo quando è più dura del previsto!
Con l’arrivo del nuovo anno inizio a pensare a qualche strategia diversa dal solito, qualcosa di altamente attrattivo, in grado di stuzzicare e attirare l’attenzione di qualche carpa. Opto per una sessione in un’ansa del fiume, priva di corrente. Grazie all’acqua ferma penso subito al Chod rig con una pop-up dai colori vivaci, potrebbe essere proprio quello che fa per me!
Una singola pop-up Shellfish Black Pepper di Mainline, innescata ad un Krank Choddy n6 legato con Mouth Trap da 20lb. Piombo rigorosamente a perdere grazie all’Heli-Safe System. Questo infatti, mi darà la possibilità di perdere il piombo fin dai primi attimi di combattimento col pesce, garantendo così, una possibilità maggiore di portare il pesce a “guadino”.
Arrivo al fiume nel pomeriggio, l’acqua sembra molto fredda per l’attività dei pesci ma, la speranza è l’ultima a morire e noi carpisti lo sappiamo bene. All’imbrunire lancio due canne a ridosso di due legnaie differenti, usando la stessa tattica e, per entrambe, uso una decina di boilies Spicy Crab di Mainline da 20mm come pastura. Terminato il tutto corro in branda fiducioso.
È la prima volta che uso un innesco così piccolo in fiume, l’unico problema potrebbe essere il pesce di disturbo…Poco prima dell’alba però, il Delkim inizia ad urlare e correndo come un pazzo, arrivo alla canna, ferro e sento il pesce! Un breve ed intenso combattimento e riesco a far entrare il pesce nel guadino. SIIIII!!!! La felicità è alle stelle, a gennaio è veramente dura, e qui, nel fiume che mi ha visto crescere vale il doppio!
Non mollate mai ragazzi, perché quando è veramente dura la soddisfazione sarà impagabile.

Colgo l’occasione di augurare a tutti voi un buon 2018, che possiate realizzare quello che più avete a cuore.

Nicolò Aguggiaro

Archivio NotizieARCHIVIO NOTIZIE

ARCHIVE